Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2010

Care ragazze questo blog è il vostro diario quello che saprete di me quando sarete grandi quando sarete donne quando vorrete leggere come va la vita senza farmi una telefonata perché casomai in quel momento non vi va di farvi sentire tristi ma mi vorreste sentire vicino.

Questa è una lettera importante una lettera di vita vissuta che vi deve dare sempre la forza di credere in quello ce state facendo e portarlo avanti nella vita fino a che non si realizza.

Si dice che nella vita le giornate belle sono poche e bisogna festeggiarle, io invece penso che le giornate belle sono tutte quelle che viviamo insieme a chi amiamo, sono quelle in cui non stiamo in un ospedale per motivi gravi e sono quelle che si possono definire la nostra quotidianità.

Per me la felicità è vedervi,  poter telefonare a vostro padre ogni momento e sapere che lui risponde sapere che i miei stanno bene Però ci sono le giornate più belle nelle belle e per me sono state alcune, non paragonabili tra loro per importanza ma nel mio cuore belle allo stesso modo. Quelle che ricordo più intensamente sono i giorni in cui siete nate. Tu Aurora proprio come un’aurora nella mia vita e tu Matilde come un dono inatteso come la forza della vita che si impone su chi come me pensava di avere tutto sotto controllo .Un altro giorno che mi ricordo è quello in cui ho conosciuto vostro padre mi ricordo più quello che il giorno in cui l’ho sposato.

poi c’è oggi.

Oggi è la mia vittoria personale quella che voglio dividere con voi in primis e con tutte le donne come me.

Devo fare una premessa –io vivo in un momento storico in cui la donna è vista come oggetto del piacere più che come essere da rispettare, questo perché il malcostume è dilagato a macchia d’olio e noi donne sappiamo bene che ci sono vie brevi da seguire per fare carriera e soprattutto soldi.

Un anno di battaglie, un anno di strategie per arrivare a vincere una guerra.

Quando sono tornata al lavoro dopo due gravidanze non ho trovato più nulla di quello che era mio non ha trovato neanche il rispetto di persone che pensano che stare a casa e mettere al mondo due figli non sia fare un gran bella vacanza e mio malgrado queste sono soprattutto donne.

Oggi mi sono ripresa quello che è mio quello che mi spettava e non solo me lo sono ripreso ma me ne vado da questo posto che potrebbe essere un posto meraviglioso dove lavorare se si riuscisse a togliere un buon 90% delle persone che ci sono dentro. Oggi mi hanno comunicato che entro in un’altra società del gruppo in un’area che si confà alle mie competenze…. Era quello che volevo …

Oggi ho vinto l’ipocrisia la cattiveria, l’invidia e soprattutto la stupidità di chi non fa figli perché la carriera è più importante perché se perdi il treno in questo modo dove tutti ormai hanno almeno 4 master non sali più perché si la famiglia è bella ma vuoi mettere il potere e un bel po di soldi in più? Beh care ragazze non è così si può fare un po tutto con tanta volontà si può avere una bella famiglia, una casa in campagna  2 figlie meravigliose e un buon lavoro, ma bisogna crederci tanto tanto tanto e non mollare mai perché alla fine i nostri desideri sono quello che ci tengono in vita, e i nostri obbiettivi sono quelli che ci danno la forza di arrivare fino ad una meta che è solo nostra e che quando arriva è veramente fonte di grande ricarica.

Non mollate mai credete in voi stesse e puntate dritte all’obbiettivo e sarete sempre orgogliose di voi stesse. Non scendere a compromessi, ma saper mediare ci rende liberi ci rende migliori per ogni compromesso concesso si perde un po di libertà .

Vi amo immensamente

la mamma

Read Full Post »

 

……Tu che vuoi ?

Ma hai un’idea?

No…. non direi…

Non lo so … non ci ho ancora pensato …

Le bambine?

Ecco.. ora ci penso faccio un giro ( non so tipo di notte) poi ti dico…

Si ma fai in fretta perché io avrei visto un winny phoo di un metro e mezzo che è una meraviglia….. non vorrei che finissero ….

…..oddio mi sa che è quello vero …… e se penso che potrebbero arrivare anche Pimpi e Hi Ho  allora la casa non basterebbe …

Tuo marito?

Ma tu glielo ha già fatto il regalo???

No non ancora..

Mhhhh  chissà cosa avrai in mente quest’anno ….

Oddio niente mi sembra di non avere neanche più una mente

Ehhh dici sempre così …

Senti ora non posso parlare …. Sono in ufficio  …

Ok allora la sera no perché stai con le bambine e io quando ti chiamo?

….  SENTI FACCIAMO COSI’…. TI CHIAMO IO…

SILENZIO

NO DIMMI UN’ORA CHE TI CHIAMO IO…

Senza ok allora alle 17.00

SI MA RISPONDI ….

La discussione sembra un dialogo tra due deficenti invece  invece lei è la mia migliore amica …

DRIIIIIIIIIIIIIIIIIINNNNN

Pronto???

Sono …. Io

Si dimmi …..

Mamma sta rompendo per i regali ….

Silenzio

Tu che vuoi ?

Ma hai un’idea?

No…. non direi…

Non lo so … non ci ho ancora pensato …

Le bambine?

Ecco.. ora ci penso faccio un giro ( non so tipo di notte) poi ti dico…

Read Full Post »